Agogica

L’agogica è l’andamento, il movimento di un brano.
Se “adagio, andante o presto” – ad esempio – sono termini facilmente comprensibili, altre indicazioni possono risultare ingannevoli, fantasiose e talvolta bizzarre.
Esempi visivi e sonori ci aiuteranno a comprenderne meglio il significato.

Con il termine agogica si indica il movimento, l’andamento di un brano.

Dove troviamo i termini che indicano l’agogica? All’inizio di un brano, proprio sopra la prima battuta. Se – ad esempio – l’indicazione è “adagio“, l’andamento sarà ovviamente lento.

Possiamo anche trovare altre indicazioni all’interno di un brano: rallentando, accelerando, ritardando ecc. Anche questi termini riguardano l’agogica, ma hanno un effetto solo temporaneo.

Poniamoci ora un’altra domanda: è chiaro che adagio significa lento, ma quanto lento? Il metronomo – inventato da J. N. Mälzel nel 1816 – diventa fondamentale per rispondere a questa domanda.

Tale strumento, per ogni termine relativo all’agogica, vi evidenzia un minimo e un massimo () di velocità fra i quali potete trovare quello che più si adatta alla vostra interpretazione. Talvolta questa possibilità di scelta non è possibile perché è il compositore che vi indica, sempre all’inizio del brano, la precisa velocità () del metronomo da utilizzare.


Le informazioni riguardanti l’agogica sono spesso arricchite da comparativi di maggioranza o minoranza (es. molto, poco) oppure superlativi o diminutivi (es. prestissimo, andantino). Oltre a queste aggiunte possiamo anche trovare indicazioni molto più ricche, talvolta fantasiose se non bizzarre…

previous arrow
next arrow
Slider

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contenuto protetto!