Espressività

Entriamo nel mondo della capacità interpretativa: trasmettere al pubblico tutte le emozioni volute dal compositore.
L’espressività coinvolge, commuove, “tocca” … analizziamola anche grazie ad un ascolto guidato.

In questo video parliamo di espressività, della capacità di interpretazione: un’altra difficoltà.
Una difficoltà differente rispetto a quella che abbiamo già affrontato in un precedente video – virtuosismo – nel quale abbiamo parlato della difficoltà tecnica, dell’abilità, dell’agilità, del virtuosismo a livello di dita, ma che può valere per qualunque tipo di esecutore – voce o strumento che sia.

Qui parliamo di un altro aspetto, l’aspetto relativo all’interpretazione, alla capacità di rendere le sfumature. In uno spartito si legge un’indicazione di espressività, ma poi è necessario “renderla”.
E’ proprio qui che risiede l’abilità dell’esecutore, ossia la capacità di sfumare, di rendere con la voce, con le dita, con quello che in quel momento è lo strumento di esecuzione, la qualità sonora al meglio.

Un brano ci può sempre venire in aiuto: un altro ascolto guidato.
Vi accompagno nell’ascolto di un brano di Robert Schumann che si intitola “Sogno” – e direi che il titolo è già da solo un programma per quanto riguarda l’espressività – per calarci in questo brano piuttosto semplice dal punto di vista tecnico, ma complicato, difficile e “importante” per l’espressività.

E’ un brano per pianoforte, così come il brano utilizzato per il “virtuosismo”, in modo da conservare una certa relazione fra i due aspetti.
Venite con me … 

2 Risposte

  1. Gianfranco Franzese ha detto:

    Dopo essermi pensionato ho finalmente potuto iniziare a realizzare ciò’ che la grande passione per la musica non mi aveva mai fatto abbandonare : iniziare a studiare seriamente la teoria musicale de uno degli strumenti che avevo sempre suonato “sfiatatamente” ad orecchio il sassofono. Quindi attraverso metodi e lezioni su YouTube sto apprendendo abbastanza, ma non ho mai incontrato qualcuno che insegnasse con tanto garbo e tantissima chiarezza! Complimenti Prof. Giulia Rolfini e tante grazie!

    • giulia rolfini e diego maffi ha detto:

      Grazie per il tuo apprezzamento. E’ un piacere avere un pubblico che, come te, è attento ed appassionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contenuto protetto!